Correre una maratona a 54 anni

Correre una maratona a 54 anni con un alleata irrinunciabile …

LA FATICA

Grazie FATICA compagna inseparabile di tanti km,
carissima amica e nemica mia, compagna inseparabile di tanti km e di tanti allenamenti, alleata e tenace combattente , spunto vincente per cogliere l’obbiettivo, consapevole complice di tattici rallentamenti e successive riprese!

Ho imparato ad aspettarti FATICA, con pazienza.
Dopo questo o quel km , dopo questa o quella salita, dopo questo o quello sforzo, durante gli allenamenti più semplici  o più intensi, tu FATICA arrivavi sempre a tenermi compagnia e quando ormai eri riuscita a consolarmi e a farmi capire che stavi per andare via, sparivi in silenzio per tornare più forte di prima al momento giusto, per starmi ancora accanto, tenermi sveglio e vigile , per condurmi con discrezione all’arrivo, sempre!

Grazie FATICA che mi hai fatto conoscere come superarti e come tenerti accanto a me e come raggiungerti quando sembrava non volessi più arrivare, avevo bisogno di te per migliorare e per imparare a sopportarti e volerti bene e un po’ conoscerti, grazie FATICA.

Eri lì anche tu, con me, accanto a me FATICA quando finalmente

Correre una maratona è:
l’11 dicembre 2016 – h 13:25:02 (è dalle h 9:00:00 che corro !!!) … sono arrivato, sto tagliando il traguardo

Arrivo Maratona
Correre una maratona è:
emozioni senza fine, piango, gioisco, rido, alzo le braccia al cielo

Arrivo e Gioia
Correre una maratona è:
la mia famiglia è tutta li, mi chiamano, mi incitano, mi abbracciano, continuo a correre,  un sogno da sveglio e … senza tanti giri di parole vi dico che la MIA maratona a 54 anni …

l’ho voluta FORTEMENTE, preparata in 4 mesi di altissimo impegno (124 giorni consecutivi di allenamenti senza saltarne uno, senza tregua, senza riposare un solo giorno + 2 giorni pre-maratona di rifinitura), tanto per darvi un’idea qui sotto lo screenshot  ed il  Link aggiornato (per chi se la volesse scaricare e desiderasse emularla) della tabella di allenamenti, giorno per giorno, seguita alla lettera, senza revoche, pause o ripensamenti!

Tabella Allenamento preparazione Maratona

in 4 mesi ho percorso 1430 km, una media di 77 km a settimana, 12 km al giorno,  per un totale di  n. 184 attività di allenamento … ho perso circa 7 kg (su di me che sono piccolino e che pesavo intorno ai 65 kg, arrivare a pesarne dopo circa 2 mesi di allenamenti circa 58 kg all’inizio faceva un bell’effetto e anche un po’ impressione, chi mi conosceva ma non sapeva a cosa mi stavo preparando mi guardava con circospezione, altri mi chiedevano qualcosa, altri mi dicevano che ero “tirato” e un po’ “sciupato” , altri ancora facevano finta di nulla ma si leggeva loro negli occhi che si stavano domandando se stessi bene o altro!),  poi l’ho corsa finalmente LA MARATONA e l’ho portata a termine, passo dopo passo, senza mai fermarmi
in  4h:25′:02″ … wow!!!

Maratona – Diploma

correre una maratona
Diploma di Maratona Tempi Ufficiali e piazzamento
In effetti, il tempo si riferisce alla distanza effettiva percorsa, che è stata leggermente superiore alla distanza di una Maratona classica (km 42,195), ovvero ho percorso km 42,410 (dati esatti del mio infallibile Garmin 235 sono qui sotto)

Tempo Maratona
Garmin 235 tempo e distanza reale maratona
tuttavia la differenza sarebbe stata minima anche se mi piace dire che il mio tempo in maratona è stato di 4:24:00, insomma ci sta limare un minutino in meno … ma è la pura verità , anche se al fotofinish dell’arrivo il tempo era 4:25:02 … ma sono ARRIVATO!

Ma certo che vi ringrazio, non mi sono mica dimenticato, e poi lo avevo già fatto nel primo post fatto sul mio profilo Facebook, comunque ribadisco il post che recitava:

42,195 volte grazie a …

mia moglie Grazia che mi ha supportato e soprattutto “amorevolmente sopportato” per diversi mesi e che nel momento sportivo più importante mi è stata accanto, a Andy Nasti mio figlio che mi ha dato una gioia immensa essendo vicino a me e regalandomi tutta la sua attenzione e personalissima dedizione, non solo lavorando sodo nella creazione di un video basato sulla storytelling di questa meravigliosa avventura e che uscirà a breve (seguirà articolo) … ma per quanto ha saputo interpretare e rispettare il mio stato d’animo, a Martina Begbie e Daniele Senna Senatore che con la loro presenza “esclusiva” mi hanno accompagnato moralmente e mi hanno dato forza, a Rambo, dolcissimo mio cagnolino che da “sempre” mi accoglie al ritorno degli allenamenti più duri con le sue feste e leccatine, che presente dall’inizio alla fine di questi due giorni meravigliosi e all’arrivo, anche lui mi ha dato una gioia immensa , a tutti i “consiglieri sportivi” (buon intenditor poche parole) che sono stati pochi ma “ottimi” , al mio personal trainer californiano Benjie Castro che mi ha preparato settimanalmente scrivendomi con puntualità e dandomi indicazioni fondamentali senza le quali non ce l’avrei mai fatta … a tutti quelli che mi hanno capito, fatto un in bocca al lupo prima della gara e che mi hanno chiesto qualcosa dopo, grazie a quelli che non ho nominato ma che sapevano che l’11 Dicembre 2016 sarebbe stato il mio primo giorno da maratoneta! Amo correre, mantenere le promesse … raggiungere gli obbiettivi, oggi sono felice!

Breve storia di un uomo testardo che a 54 anni voleva diventare un MARATONETA, che lo è diventato e che adesso vorrebbe … beh alla prossima ve lo racconto cosa vorrebbe!